sabato 23 aprile 2016

TIME FOR CHANGE


Arriva sempre il momento di cambiare qualcosa nella nostra vita. A me succede a scadenze periodiche, ed ora è il momento di liberarmi di tante cose che non posso tenere con me. Si tratta in larga parte di materiali che ho comprato per creare e che poi, per varie ragioni, non ho usato. Al momento non ho avuto molto tempo per fare foto, perciò renderò pubbliche quelle che già avevo, per mostrarvi parte degli oggetti che sto selezionando a poco a poco, nei miei ritagli di tempo, tra un impegno e l'altro. 
Devo molto a questo blog attraverso il quale ho esplorato tanta parte di me, spesse volte condividendo in pubblico i miei pensieri e la mia strada. E' una strada che non si interrompe ovviamente, ma penso sempre che quando non si trova più "il tempo" per dedicarsi a qualcosa è perché è ora di dedicarsi ad altro. Ed è quello che sto facendo adesso, come ho già spiegato in un altro post che forse avrete letto. 
Non escludo di tornare a cucire e a creare, perché questa possibilità e questa esperienza resta parte di me, ma so di non avere modo di farlo adesso. Per questo ho deciso di "liberare" tutto quello che per tanto tempo non ho toccato, sicura che potrà essere utile in altre mani e che gli oggetti inutilizzati è bene che vadano altrove, liberando posto per altro, rendendo più libere le nostre case, le nostre vite, le nostre menti, per nuovi progetti, per nuova creatività.
Qui a destra potrete vedere due slideshow, se ci cliccherete dentro, potrete guardare meglio oggetto per oggetto. Aggiungerò altre cose, a poco a poco, mentre andrà avanti il mio lavoro di selezione, e molto probabilmente aggiungerò anche oggetti non creativi, che ho in casa.
Ovviamente tutto questo è in vendita, a prezzi piccoli, se siete interessati scrivetemi alla mia mail che trovate nel riquadro in alto, non lasciatemi commenti che non sono sicura di ricevere. Vi ringrazio di avermi seguito con affetto fino ad ora, e spero che lo farete ugualmente in futuro, qui o in altro modo. 
A presto con le altre aggiunte.
Buona giornata, buona vita!

lunedì 25 maggio 2015

Parma - Italia Invita

Ritorno a scrivere su questo blog dopo tanto tempo, raccontandovi che da poco meno di un anno ho cominciato a girare in Italia per fiere, non sono tantissime quelle che ho visto, ma è una bella esperienza perché mi permette di fare alcuni importanti distinguo.
In particolare mi fa piacere parlare dell'ultima fiera che ho visitato, a Parma, dal 15 al 17 Maggio, Italia Invita. 

Mi ha colpito per l'abbondanza di stand delle associazioni che si dedicano molto alla conservazione del grande patrimonio artistico ed artigianale tipico di alcune zone. Essere presenti a una fiera, mostrare i ricami o pizzi realizzati con tecniche antiche, rendersi disponibili a fare mini corsi di base per consentire anche a chi non appartiene a quello specifico territorio di avvicinarsi a un'arte ormai quasi scomparsa, significa fare un grande lavoro culturale di recupero e conservazione che dovrebbe essere parte fondamentale della nostra storia. Un vanto italiano.

Questa fiera molto più di altre ha il pregio di porre l'accento su queste antiche tecniche. Io ho avuto modo di fare un corso di tombolo, per esempio. Al tombolo non mi ero mai avvicinata prima, ma tempo fa ne ho ereditato uno, con tutti gli accessori, da una anziana zia. Ho sempre pensato che si trattasse di un'arte complessa, che probabilmente mai avrei avuto modo di avvicinare. E invece nella vita ti capita anche che ti si presentino delle occasioni giuste al momento giusto.
Sono stata felice di dedicare un pomeriggio al rumore affascinante dei fuselli. E mi sono resa conto, ancora una volta, che nulla è impossibile.

Camminando in giro tra gli stand ho apprezzato anche una mostra dedicata alle vecchie passamanerie, ai bottoni, agli accessori

Mi sono imbattuta una macchina addobbata apposta per una sposa.

Ma ho incontrato anche tanti stand che non mi sarei aspettata di trovare in una fiera dedicata all'artigianato e alla manualità. Li ho trovati fuori luogo e fuori contesto. Probabilmente le organizzazioni dovrebbero stare più attente a non sciupare il senso di queste fiere perché questo abbassa il grado di gradimento del pubblico, ho sentito infatti molte voci indignate in giro. 
Ma per me, che la visitavo per la prima volta è stata comunque una bella esperienza, che mi ha regalato spunti e opportunità di crescita personale.

mercoledì 7 gennaio 2015

Iniziare l'anno eliminando



E così inizia un nuovo anno. Bello no? abbiamo un anno intero per provare a realizzare sogni, progetti o più timidamente superare piccoli step personali.
E qualche giorno fa mentre me ne stavo tranquilla a riflettere su quello che vorrei mettere nella mia personale lista dei desideri (e degli impegni) per questo anno, ho deciso che non c'è miglior modo che iniziare eliminando cose e oggetti di cui non trovo più l'utilità o che ho deciso di non tenere più per altre ragioni.
Ho messo da parte molti oggetti per questo obiettivo, ma questa volta ho deciso di iniziare dai libri. I libri che sono stati sempre il mio bene più prezioso, un tempo avrei detto che non avrei mai potuto separarmene. Ma adesso ho cominciato a realizzare che anche dei libri si può fare a meno. Non di tutti, certo, ma di molti sicuramente.
Ho iniziato perciò a farne una cernita. E li venderò per piccole cifre a chi pensa di poterne fare un uso migliore di quanto non ne abbia fatto io nell'ultimo periodo. Dopo un certo periodo, se non troverò nessuno interessato, li donerò gratuitamente.
Se qualcuno di coloro che mi leggono vuole sapere quali siano i libri di cui mi libero, basta accedere a questo album e poi scrivermi una mail se ce n'è qualcuno che vi interessa (trovate l'indirizzo in alto tra i contatti).
Buon ricambio anche a voi!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...